Trattamento Acque per Industria Tessile e Conciaria

Trattamento acque per l’Industria Tessile e Conciaria

Le acque reflue dell’industria tessile e conciaria sono ricche di sostanze organiche e tensioattivi e solidi sospesi (quali fibre sintetiche o anche metalli pesanti). Per questo sono utili trattamenti biologici e di separazione inquinanti tramite flottazione, spesso in combinazione.

Esempi di ambiti:

Esempi di ambiti: lavorazione di fibre sintetiche, tessitura e filatura, tintura, produzione di abbigliamento e tessuti tecnici.

Richieste principali:

Richieste principali: rimozione solidi di solidi sospesi (fibre tessili, sostanze chimiche), biodegradazione sostanze organiche (quali composti organici clorurati), disoleazione.

Acque reflue industriali nell’industria tessile e conciaria: caratteristiche ed esigenze

Anche per le acque reflue industriali nel settore tessile e conciario, come per quelle di altri settori, si possono solo fare alcuni esempi di qualità dei reflui: ogni impianto ha sue esigenze specifiche, da testare e valutare con unità pilota prima di selezionare la tecnologia migliore.

Ciò non toglie che si possano rilevare alcune criticità ricorrenti: sostanze organiche come tannini e coloranti, insieme a tensioattivi e pH, caratterizzano spesso queste acque.

Più in dettaglio, ecco alcuni fattori inquinanti che si rilevano spesso nelle acque dell’industria tessile e conciaria.

  • Solidi sospesi. Sono i componenti più comuni delle acque reflue dell’industria tessile e conciaria: fibre tessili, sostanze chimiche, microrganismi, ecc. A volte anche metalli pensati sono presenti in quantità considerevoli come scarti di lavorazione: zinco, rame, piombo, cadmio, ecc.
  • BOD e COD elevati. Biochemical Oxygen Demand e Chemical Oxygen Demand misurano la quantità di materia organica, presente nelle acque reflue, che consuma l’ossigeno presente nell’acqua ma può anche essere degradata da batteri e altri microrganismi, oppure non biodegradabile. Tra le sostanze di questo tipo, rientrano anche i composti organici clorurati, prodotti dalla reazione del cloro con la lignina (presente nella cellulosa).
Trattamento Acque per Industria Tessile e Conciaria

Trattamento acque per l’industria tessile e conciaria: metodi e processi

Alcuni metodi e processi peculiari possono contribuire al trattamento di acque reflue del tessile (ferma restando sempre un’analisi preliminare da svolgere con unità pilota).

  • Trattamenti biologici. In questo caso, batteri e altri microrganismi vengono utilizzati per la biodegradazione della materia organica nei reflui. I trattamenti biologici più comuni sono quelli a fanghi attivi e quelli a ossidazione aerobica.
  • Filtrazione. Filtri a tela, filtri a sabbia, filtri a membrana o filtri a carboni attivi: tutte queste tecnologie separano le componenti inquinanti con processo meccanico, pur con diversi sistemi e diverso grado di rimozione di solidi sospesi.
  • Disinfezione. Utilizzata per eliminare i microrganismi patogeni dalle acque reflue. I processi di disinfezione più comuni sono quelli con cloro, ozono o raggi UV.

Soluzioni di MITA Water Technologies per le acque reflue dell’industria tessile e conciaria

  • Flottatori Mitadaf ad aria disciolta. È risultato una soluzione efficace per il trattamento di queste acque, a monte di eventuali processi biologici e/o chimico-fisici: questo sistema consente di rimuovere circa l’80% dei grassi e dei solidi contenuti nelle acque, ed effettua un parziale abbattimento anche sui tensioattivi legati a questi ultimi.
  • Contattori biologici rotanti Biorulli®. Questi sistemi di ossidazione biologica sono stati impiegati anche in stamperie, lanifici, feltrifici, ecc soprattutto per la biodegradazione dei tensioattivi, in particolare non ionici. Dimensioni ridotte, semplicità di conduzione e basso utilizzo di energia sono ottimi vantaggi per i quali spesso sono preferiti a sistemi alternativi di depurazione biologica.
  • Filtri a tela pile. Pur non essendo direttamente impiegati per la disinfezione, i filtri a tela sono spesso utili a monte di sistemi a osmosi inversa e a lampade UV: in questi casi, alleggeriscono i carichi di solidi sospesi in ingresso alle successive tecnologie, evitando che queste vengano inibite nella loro azione.
Chiedi più informazioni

Alcune nostre realizzazioni

Sistemi di Trattamento Acque e Raffreddamento per Gruppo Vedani

Diverse tecnologie di trattamento acque industriali, ma anche di raffreddamento: del 1995 MITA Water Technologies ha fornito più soluzioni, insieme all'azienda "sorella" MITA Cooling Technologies, per la gestione completa delle acque di Gruppo Vedani, attivo fin dal 1982 nella lavorazione dell'alluminio.

Approfondisci

Strumenti per aiutarti a scegliere

Group

Tecnologie di trattamento acque reflue industriali e civili

Semplicità, affidabilità… e il minor costo del ciclo di vita di prodotto: le soluzioni di trattamento acque di MITA Water Technologies
Frecce

Il nostro supporto in tutto il ciclo di vita del prodotto

Proponiamo una serie di servizi aggiuntivi di assistenza per i nostri clienti: i MITA Lifecycle Services.
Idea icon

Una soluzione sostenibile ed efficiente per ogni settore ed esigenza

Il trattamento acque reflue sarà sempre più un’occasione di efficientamento e ottimizzazione delle risorse per le organizzazioni, sia in ambito civile sia industriale.